I bruciatori per barbecue sono una componente molto importante di ogni modello. Che siano in ghisa, in acciaio inox o in alluminato, in tutti e tre i casi la loro funzione principale è far uscire la fiamma, a patto che il barbecue non sia un modello flameless (ovvero, letteralmente, senza fiamma). Sostanzialmente la loro funzione principale è quella di generare il calore indispensabile per poter cuocere la carne: per fare un paragone con il barbecue a carbonella, i bruciatori per barbecue sostituiscono proprio la brace.

Si trovano sulla base del braciere e, di conseguenza, sotto al piano cottura.

Quanti e quali bruciatori per barbecue?

Il numero, la forma e le dimensioni dei bruciatori per barbecue dipendono, sostanzialmente, dal modello scelto. È indispensabile, però, sottolineare quanto siano importanti le proporzioni per garantire prestazioni ottimali: la loro presenza può essere sia frontale che laterale e, questo, andrà a determinare anche il costo finale del prodotto.

Tra i migliori bruciatori per barbecue, quelli in alluminato sono molto interessanti: non comportano la possibilità che si venga a formare della ruggine, col tempo, né che si corrodano. Il gas, infatti, comporta una corrosione dell’acciaio con il tempo: nel caso dell’alluminato, una lenca di zinco e alluminio, questo non è contemplato.

L’acciaio inox, infatti, potrebbe spaccarsi a causa della dilatazione comportata dalla temperatura elevata: consigliamo di optare per i modelli in alluminato onde evitare di avere problemi futuri da dover risolvere in un futuro probabilmente più vicino di quanto potreste pensare.