L’estratto che viene ricavato dalla radice della rodiola è largamente utilizzato ai fini di realizzare degli integratori con proprietà adattogene. Questa tipologia di prodotti fatti con la rodiola, avendo capacità adattogene, aiutano a resistere a condizioni di stress fisico e mentale.

rodiola
Per molti anni le popolazioni scandinave e siberiane hanno coltivato la rodiola per poter superare gli inverni rigidi. L’estratto della radice della rodiola, in qualità di adattogeno, è stato poi anche largamente utilizzato in Unione Sovietica da parte degli agenti del KGB, l’ex servizio segreto sovietico, per superare gli sforzi stressanti.
Indiscutibilmente la rodiola è una pianta straordinaria che ha una vasta e variegata storia di usi. Non per nulla, rafforza il sistema nervoso, combatte la depressione, migliora le difese immunitarie, eleva la capacità di sforzo, migliora la memoria, aiuta a perdere del peso, come pure concorre a far aumentare la funzione sessuale e a migliorare i livelli di energia.
Le sue proprietà adattogene sono note da lungo tempo, e grazie a ciò viene ad essere impiegata nella preparazione di integratori che consentono di poter aumentare la resistenza generale del corpo e aiutano a normalizzare le funzioni del fisico.rodiola-salute
Ma oltre a queste importanti facoltà, la rodiola ha anche una storia leggendaria che risale a migliaia di anni. Il medico greco Dioscoride già nel 77 d.C., la citava nel suo noto testo medico. I Vichinghi l’utilizzavano per migliorare la loro forza fisica e la resistenza, mentre gli imperatori cinesi inviavano spedizioni in Siberia per riportare quella che era considerata la radice d’oro per le preparazioni di medicinali. Gli abitanti dell’Asia centrale consideravano il tè preparato con la rodiola un ottimo rimedio per raffreddore e influenza.